All for Joomla All for Webmasters

Il nome completo ufficiale è “Prioria della Madonna Pellegrina alla Cervara di Massa“: tra le Parrocchie della città di Massa è una delle più giovani. Venne infatti eretta nell’agosto 1959 dal Vescovo Carlo Boiardi smembrando parte del territorio che apparteneva, da un parte, alla comunità della Madonna del Monte e, dall’altra, a quella dei Quercioli. Sette anni più tardi, il 31 luglio 1966, venne inaugurata con l’ingresso del primo parroco, don Giuseppe Cipollini, che è ancora alla guida dell’attività pastorale caratterizzata sin dall’inizio da molteplici esperienze.

Gli abitanti sono circa quattromila, ma il numero si riduce se si guarda a coloro che partecipano alla vita della Parrocchia. La frequenza alla Santa Messa è attestata intorno al 10-11% tra la prefestiva del sabato e le celebrazioni eucaristiche domenicali delle 8:30 e delle 11:00, quest’ultima animata dal Coro dei giovani. Un notevole calo si registra in estate dovuto al “richiamo” del mare.

Attualmente la comunità della Madonna Pellegrina è chiamata ad operare su più fronti, in certi casi superando non poche difficoltà. Realtà diverse che pure hanno qualcosa in comune per la gestione: OratorioCentro Sociale Caritas con la mensa, Catechesi per i ragazzi e gli adulticonforto ad anziani e infermiCammino NeocatecumenaleCarcere: ecco i campi nei quali i parrocchiani sono invitati a vivere cristianamente il loro quotidiano.

Illustriamo queste realtà, senza seguire un ordine prestabilito: tutte, allo stesso modo, sono importanti.

CAMMINO NEOCATECUMENALE
Questa esperienza, ancora oggi fortemente attiva, è iniziata nel 1973. Si compone di quattro Comunità formate da adulti e giovani, in alcuni casi da intere famiglie, che, almeno due volte la settimana, si riuniscono per la celebrazione della Parola e dell’Eucaristia. I Fratelli del Cammino, assieme ad altri, collaborano nella Pastorale della Parrocchia, a partire dal Catechismo, fino alla preparazione ai Sacramenti dell’Iniziazione cristiana e al Matrimonio. Sono inoltre disponibili, qualora richiesti, per eventuali Catechesi in altre Parrocchie. Da anni, due volte la settimana sono presenti per incontri analoghi con i detenuti nell’ambito della Pastorale Carceraria.

ORATORIO PARROCCHIALE
Per andare incontro alle necessità dei più giovani e delle famiglie, dagli anni ’70 è stata avviata l’esperienza dell’Oratorio parrocchiale ANSPI “Stella Azzurra”, frequentato da un centinaio di ragazzi seguiti da alcuni catechisti e animatori. Vengono utilizzati i locali sotto la Chiesa parrocchiale nonché spazi presso Scuole del territorio gestiti in collaborazione con il Comune. Vero punto di aggregazione, accoglie anche ragazzi di altre parti della città.

LA CATECHESI
Momenti forti sono rappresentati dalla Catechesi annuale, programmata in gennaio – febbraio, e la “Peregrinatio Mariae” di quindici giorni nei quartieri della Parrocchia che si svolge a settembre precedendo la celebrazione della Festa della Madonna Pellegrina, in ricordo dell’accoglienza dell’Immagine della Madonna Pellegrina del 1967.
Ai ragazzi viene proposto il catechismo settimanale così come agli adulti. Per questi ultimi, è prezioso il lavoro svolto dai Fratelli del Cammino.

ADOZIONI A DISTANZA
Da anni, oltre cento famiglie della Diocesi sostengono, adottandoli a distanza, altrettanti bambini dello stato brasiliano del Mato Grosso del Nord, attraverso la Congregazione delle Suore Francescane dell’Addolorata (vai al Link). E’ stato un prezioso aiuto il sacerdote salesiano Padre Umberto Angeloni, nativo della nostra Parrocchia, deceduto nel 2013, impegnato in Missione nel Mato Grosso del Sud.

LA FAMIGLIA E I GIOVANI
Due settori, questi, dove la Pastorale incontra difficoltà ad imporsi. La Parrocchia è incaricata annualmente a svolgere per i fidanzati uno dei Corsi vicariali in preparazione al Matrimonio Cristiano, generalmente nel mese di marzo, ma occorrerebbero anche altre iniziative, quali la preghiera e l’ascolto della Parola da portare direttamente nelle case delle Famiglie che lo richiedono, eventualmente anche nei Condomini.
Il discorso “Giovani” è ancora più complesso. Infatti questi sono “presenti” se sono impegnati in un percorso di fede, in armonia con la loro famiglia che li aiuta; si “perdono” se non vengono loro offerte serie proposte.
Alcuni seguono i genitori nel Cammino Neocatecumenale, altri fanno parte del gruppo che anima la Santa Messa domenicale, altri si dedicano ai ragazzi dell’Oratorio.

IL CARCERE
Ogni sabato viene celebrata la Santa Messa presso la Casa di Reclusione di Massa, che ricade nel territorio della Parrocchia, animata da un parrocchiano, mentre durante la settimana vengono celebrati incontri di Catechesi curati da alcuni Fratelli del Cammino.
La Pastorale carceraria opera nella struttura penitenziaria a sostegno dei detenuti insieme al “Coordinamento del Volontariato”, formato da varie Associazioni. Il 23 giugno di ogni anno ricorre la festa del Patrono dei carcerati, S. Giuseppe Cafasso.

ANZIANI E INFERMI
Nel territorio della Parrocchia gli anziani, e tra questi, soprattutto gli infermi, sono molti e gran parte di essi è confortata dai 9 Ministri Straordinari dell’Eucaristia con visite periodiche, soprattutto a coloro che vivono nella solitudine e hanno bisogno di ascoltare una Parola che possa almeno alleviare le loro sofferenze.

 
Vai all'inizio della pagina