All for Joomla All for Webmasters

Radio Maria

RSS Feed
  1. Newsletter di P. Livio - 18 Febbraio 2019

    Cari amici,

    nel suo ultimo messaggio la Regina della pace non si è limitata ad esortarci alla testimonianza della Verità ma, per la prima volta, ci ha ammonito che è nostro dovere difenderla: “Figli miei…non dovete temere di difendere col vostro esempio la Verità, la Parola di Dio che è eterna e non cambia mai.” La Verità è la Divina Rivelazione che ci è donata attraverso la Sacra Scrittura e che trova la sua pienezza in Gesù Cristo, il Figlio di Dio, il Vivente, il Risorto, l’unico Salvatore del mondo. Oggi è questa Verità che dobbiamo testimoniare e difendere con coraggio, nella certezza che non siamo soli e che il Cielo ci aiuta.

    Vostro Padre Livio


    Messaggio della Regina della Pace a Mirjana 2 febbraio 2019

    «Cari figli,
    l’amore e la bontà del Padre Celeste danno delle rivelazioni che fanno sì che la fede cresca, venga spiegata, porti pace, sicurezza e speranza. Così anch’io, figli miei, per l’amore misericordioso del Padre Celeste, vi mostro sempre di nuovo la via a mio Figlio, all’eterna salvezza; purtroppo, però, molti miei figli non vogliono ascoltarmi. Molti miei figli esitano. Ma io, io, nel tempo ed oltre il tempo, ho sempre magnificato il Signore per tutto quello che ha fatto in me e per mezzo di me. Mio
    Figlio si dà a voi, spezza il pane con voi, vi dice parole di vita eterna perché le portiate a tutti. E voi, figli miei, apostoli del mio amore, di cosa avete paura, se mio Figlio è con voi? Mostrategli le vostre anime, affinché egli possa essere in esse e possa rendervi strumenti di fede, strumenti d’amore. Figli miei, vivete il Vangelo, vivete l’amore misericordioso verso il prossimo; ma soprattutto vivete l’amore verso il Padre Celeste. Figli miei, non siete uniti per caso. Il Padre Celeste non unisce nessuno per caso. Mio Figlio parla alle vostre anime, io vi parlo al cuore. Come Madre vi dico: incamminatevi con me! Amatevi gli uni gli altri, testimoniate!
    Non dovete temere di difendere col vostro esempio la verità, la Parola di Dio, che è eterna e non cambia mai. Figli miei, chi opera nella luce dell’amore misericordioso e della verità, è sempre aiutato dal Cielo e non è solo. Apostoli del mio amore, vi riconoscano sempre fra tutti gli altri per il vostro nascondimento, l’amore e la serenità. Io sono con voi. Vi ringrazio».


    Commento di P. Livio al messaggio della Regina della Pace 

    Come vedete, questo messaggio è molto articolato e anche molto forte. Mirjana ha detto che la Madonna era molto triste, quando ha dato questo messaggio. Questo messaggio ha una premessa particolare, cioè la Madonna, come ha già detto altre volte, giustifica la sua presenza. C'è una particolare coincidenza con il messaggio del 2 Giugno 2017, in cui la Madonna ha detto: ”Come in altri luoghi in cui sono venuta a voi, così anche qui vi invito alla preghiera”, questa è una risposta che la Madonna ha dato a quelli che negavano la sua presenza a Medjugorje. Sembra che la Madonna voglia dire che è inconcepibile che dopo tanti anni che appare, che compie opere meravigliose, conversioni, miracoli nella storia - ci ha preservati dall'olocausto nucleare, ha mantenuto la sua promessa a Fatima che la Russia si sarebbe convertita, ha innescato un meraviglioso rinnovamento della Chiesa, tanto che Medjugorie oggi è considerata un polmone fondamentale della spiritualità cattolica - dice la Madonna: “molti non vogliono ascoltarmi, molti esitano”.

    Questa prima parte del messaggio è un materno ammonimento, una messa in guardia per coloro che neanche la prendono in considerazione.

    Vediamo il messaggio: “Cari figli, l’amore e la bontà del Padre Celeste danno delle rivelazioni che fanno sì che la fede cresca, venga spiegata, porti pace, sicurezza e speranza”. Nell'economia di Dio, nel governo di Dio del mondo, vi sono delle rivelazioni private: quelle di Gesù, quelle della Madonna, quelle degli Angeli e anche quelle dei Santi.

    Che scopo hanno? Non di predicare una nuova fede, non di rivelare nuove verità di fede sconosciute! Hanno come obiettivo che la fede cresca, venga spiegata, porti pace, sicurezza e speranza.

    Quanti frutti hanno dato nella storia della Chiesa le rivelazioni private!

    Pensiamo ai grandi Santuari Mariani, ma anche rivelazioni private come quella a Santa Faustina Kowalska, della Divina Misericordia e tantissime altre.

    Pensiamo a Santa Caterina da Siena, Dottore della Chiesa, che ricevette da Gesù il “Dialogo della Divina Provvidenza”.

    Allora perché alle Apparizioni di Medjugorje tanta opposizione da parte di alcuni, ma indifferenza su vasta parte della Chiesa e del mondo?

    “Così anch’io, figli miei, per l’amore misericordioso del Padre Celeste, vi mostro sempre di nuovo, in tutte le mie apparizioni, la via a mio Figlio, all’eterna salvezza”. La Madonna spiega il perché delle sue Apparizioni: sono un dono dell'amore e della bontà del Padre Celeste, perché Lei ci indichi la via che porta a Gesù e che porta alla salvezza delle nostre anime.

    E quali sono i frutti? Non quelli che la Madonna si aspetta, infatti dice :“purtroppo, però, molti miei figli non vogliono ascoltarmi”(Mirjana riferisce che la Madonna era molto triste).

    La Chiesa non ci obbliga a credere nelle apparizioni private, però, credendo o non credendo, decidiamo molto della nostra vita spirituale.

    Non pensate che possiamo impunemente alzare le spalle senza che ci siano delle conseguenze.

    Anche le apparizioni private possono obbligare in coscienza.

    Se tu hai una chiamata personale, ne devi rispondere a Dio.

    La Madonna ha detto: “voi siete responsabili dei messaggi. Ognuno risponderà secondo le proprie capacità”. (messaggio 8/05/1986).

    Se non ci mettiamo sotto il manto della Madonna al momento dello scatenamento satanico, com'è il nostro tempo, quello della grande apostasia anticristica, finiamo per essere travolti da satana sciolto dalle catene, cioè dall'impero del male, dalla menzogna, dalla morte.

    “Molti miei figli esitano”. Questi ultimi infatti affermano: “ma tanto la Chiesa non ha ancora approvato, quindi finché non c'è l'approvazione della Chiesa..." e ancora "mi convertirò più tardi”, rimandano la conversione, rimandano la risposta alla chiamata.

    La Madonna fa poi una precisazione che mi colpisce molto: “Ma io, io, nel tempo (il tempo della mia vita) ed oltre il tempo, ho sempre magnificato il Signore per tutto quello che ha fatto in me e per mezzo di me”. Con tale affermazione la Madonna sembra rispondere a quelli che non La vogliono ascoltare e dicono: “perché viene a disturbarci, è Gesù Cristo che conta, Lei è solo una creatura”.

    Leggendo questo, mi è venuto da piangere, c’è chi accusa la Madonna di essere una star, di prendere il posto di suo Figlio.

    Nel tempo dei segreti, quando la Madonna ha deciso di cambiare il mondo attraverso questi eventi, tutti dovremo decidere se credere o non credere alla rivelazione che ci viene fatta e a seconda di quello che faremo decideremo di noi stessi e del nostro destino.

    Nella seconda parte del messaggio la Madonna si rivolge a noi, i suoi apostoli, gli apostoli del suo amore, a quelli che hanno risposto alla chiamata e dice: “Mio Figlio si dà a voi, spezza il pane con voi, vi dice parole di vita eterna perché le portiate a tutti”. Nutriamoci delle parole di vita eterna di suo Figlio, e portiamole agli altri.

    La Madonna non si compiace di noi, (come invece ha fatto in altri messaggi più incoraggianti) e dice: “e voi, figli miei, apostoli del mio amore, di cosa avete paura, se mio Figlio è con voi?” Noi, in questo  tempo in cui la verità viene nascosta, mondanizzata, cambiata, dobbiamo dire apertamente la verità col nostro esempio, senza paura, perché la verità, la parola di Dio, la nostra fede è eterna e non cambia mai.

    Abbiate coraggio perché: “se voi non temete e testimoniate con coraggio, la verità trionferà miracolosamente” (messaggio del 2/06/2015) come quell’ago che sgonfia il pallone della menzogna.

    “Mostrategli le vostre anime”, apriamoci totalmente a questo sole di verità e d’amore, “affinché Egli possa essere in esse”, Gesù possa dimorare in noi, “e possa rendervi strumenti di fede, strumenti d’amore”. Radichiamoci in Gesù Cristo, nella sua Parola, nutriamoci dell’Eucarestia, apriamo il cuore a Gesù, lasciamo che Gesù accenda di fuoco il nostro cuore, così da diventare strumenti di fede e di amore.

    “Figli miei, vivete il Vangelo, vivete l’amore misericordioso verso il prossimo; ma soprattutto vivete l’amore verso il Padre Celeste”.

    Il primo comandamento è l’amore verso il Padre Celeste e il secondo è uguale al primo, dare agli altri l’amore che Cristo dà a noi.

    Poi dice una parola che riguarda gli apostoli del suo amore, quelli che Lei ha scelto che testimonino la verità nel tempo delle tenebre e della grande apostasia anticristica, testimonino l’amore nel tempo in qui la carità si raffredda, come nel nostro tempo.

    Noi siamo stati scelti per testimoniare la luce della verità e dell’amore e dice. “voi che siete stati scelti figli miei, non  siete uniti per caso. Il Padre Celeste non unisce nessuno per caso”. Siete scelti, siete chiamati, siete una fratellanza speciale, siete gli apostoli del mio amore.

    “Mio Figlio parla alle vostre anime, io vi parlo al cuore. Come Madre vi dico: incamminatevi con me!”

    Seguiamo la Madonna che ci porta verso Gesù.

    “Amatevi gli uni gli altri, voi che io ho riunito, vi ho messo in processione, perché camminiate dietro di me, aiutatevi a vicenda e testimoniate!” Testimoniate la verità.

    “Non dovete temere di difendere col vostro esempio la verità”, difenderla e testimoniarla vuol dire annunciarla, senza litigare. Si combatte l’errore, dicendo la verità, sgonfiando l’errore,

    “La Parola di Dio, che è eterna e non cambia mai”. Non si possono cambiare le parole del Vangelo, se il Vangelo dice che l’inferno è eterno, non lo puoi cambiare. Le parole del Vangelo vanno prese tutte sul serio, “cielo e terra passeranno, le mie Parole non passeranno”.

    “Figli miei, chi opera nella luce dell’amore misericordioso e della verità, è sempre aiutato dal Cielo e non è solo”.

    Dio ci difende, ci protegge, e per difendere la verità di Dio dobbiamo essere pronti a dare anche la vita. Meglio essere aiutati dal Cielo che cercare appoggi umani. Solo Dio è Onnipotente, il demonio è un mal pagatore, ci mette nel suo sacco e ci porta alla perdizione eterna.

    “Apostoli del mio amore, vi riconoscano sempre fra tutti gli altri per il vostro nascondimento, l’amore e la serenità”.

    Non cerchiamo il palcoscenico, non andiamo a metterci in fila tra le star del mondo, ma aspiriamo al nascondimento, all'amore, alla serenità e al coraggio, non aver paura e tenacia nel difendere, attivi nel lavorare per il Regno di Dio.

    “Io sono con voi.  Vi ringrazio”.

    Messaggio meraviglioso, la Madonna con la sua dolcezza di linguaggio ha detto cose che ci portano ad un esame di coscienza, così come le squadre di calcio se arrivano alle partite importanti senza allenamento, le perdono. Stiamo attenti!


     

    EDITORIALE DI P. LIVIO:

    “Non abbiate paura di testimoniare la Verità”

    Clicca qui per guardare il video:

    https://www.youtube.com/watch?v=WjHdpFNN5a8&feature=youtu.be


    LA CROCE RINNEGATA - L'apostasia dell'occidente:

    Clicca qui per vedere il video della presentazione del libro di P. Livio:

    https://www.youtube.com/watch?v=COCruy5AAKA&feature=youtu.be

    RICHIEDI IL LIBRO AI NOSTRI UFFICI:

    telefona allo 031-610600

    scrivi info.ita@radiomaria.org

    via fax 031-611288 

    CATALOGO ONLINE

  2. Newsletter di P. Livio - 9 Febbraio 2019

    Cari amici, vi invio alcuni messaggi della Regina della pace che riguardano i suoi insegnamenti sul rapporto fra il Cristian esimo e le altre religioni.

    Padre Livio


    MESSAGGI DELLA REGINA DELLA PACE
    “Gesù unico  Mediatore di salvezza fra Dio e gli uomini”

    23 febbraio 1982 : A una veggente che le chiede come mai ogni religione abbia un proprio Dio, la Madonna risponde: «C’è un solo Dio e in Dio non esiste divisione. Siete voi nel mondo che avete creato le divisioni religiose. E tra Dio e gli uomini c’è un unico mediatore di salvezza: Gesù Cristo. Abbiate fede in Lui».

    25 febbraio 1982 : A un veggente che le chiede se tutte le religioni siano buone, la Madonna risponde: «In tutte le religioni c’è del buono, ma non è la stessa cosa professare una religione o un’altra. Lo Spirito Santo non agisce con uguale potenza in tutte le comunità religiose».

    20 maggio 1982: «Sulla terra voi siete divisi, ma siete tutti figli miei. Musulmani, ortodossi, cattolici, tutti siete uguali davanti a mio Figlio e a me. Siete tutti figli miei. Ciò non significa che tutte le religioni siano uguali davanti a Dio, ma gli uomini sì. Non basta, però, appartenere alla Chiesa cattolica per essere salvati: occorre rispettare la volontà di Dio. Anche i non cattolici sono creature fatte a immagine di Dio e destinate a raggiungere un giorno la salvezza, se vivono seguendo rettamente la voce della propria coscienza. La salvezza è offerta a tutti, senza eccezioni. Si dannano soltanto coloro che rifiutano deliberatamente Dio. A chi poco è stato dato, poco sarà chiesto. A chi è stato dato molto, sarà chiesto molto. Soltanto Dio, nella sua infinita giustizia, stabilisce il grado di responsabilità di ogni uomo e pronuncia il giudizio finale».

    21 febbraio 1983: «Voi non siete veri cristiani se non rispettate i vostri fratelli che appartengono alle altre religioni».

    3 febbraio 1984: «Ogni persona adulta è in grado di conoscere Dio. Il peccato del mondo consiste in questo: che non cerca affatto Dio. Per coloro che adesso dicono di non credere in Dio, quanto sarà duro allorché si avvicineranno al trono dell’Altissimo per sentirsi condannare all’inferno».

    9 febbraio 1984: «Pregate. Pregate. Molte persone hanno abbandonato Gesù per seguire altre religioni o sette religiose. Si fabbricano i loro dei e adorano i loro idoli. Come soffro per questo. Quanti miscredenti ci sono. Quando riuscirò a convertire anche loro? Potrò riuscirci soltanto se mi aiuterete con le vostre preghiere».

    19 febbraio: «Voi dovete rispettare la religione di tutti, ma anche conservare a ogni costo la fede cattolica per voi e per i vostri figli».

    25 febbraio 1984 : «Il peccato del mondo è quello di non interessarsi a Dio. L’uomo è capace di conoscere l’esistenza di Dio. Tutti sono chiamati a cercare Dio e a realizzare ciò che Lui vuole»

    25 Dicembre 18: Figli miei pieni d'amore nei vostri cuori abbiate fiducia in Gesù e diteGli il vostro sì, perché Lui è l'unica via che vi porta all'Eterno Padre”.


    Messaggio della Regina della Pace a Jakov
    25 Dicembre 2018


    Cari figli!
    In questo giorno pieno di grazia in modo particolare vi invito all'amore.
    Figlioli, Dio Vi ama con un amore immenso e perciò figlioli pieni di fiducia non guardate indietro ma senza paura
    donateGli i vostri cuori, in modo che Dio li riempia con il suo Amore. Non abbiate paura di credere al suo Amore e alla Sua misericordia, perché il Suo Amore è più forte di ogni vostra debolezza e paura.
    Perciò figli miei pieni d'amore nei vostri cuori abbiate fiducia in Gesù e diteGli il vostro sì, perché Lui è l'unica via che vi porta all'Eterno Padre.


     

    Editoriale di Padre Livio: 
    "Dite il vostro si a Gesù, perché Lui è l'unica via all'Eterno Padre."


    ↑ CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO ↑


    Presentazione del libro:
    LA CROCE RINNEGATA - L'apostasia dell'Occidente


    ↑ CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO ↑

  3. Newsletter di P. Livio - 5 Febbraio 2019

    Messaggio della Regina della Pace a Mirjana

    2 Febbraio 2019

    Cari figli, 
    l’amore e la bontà del Padre Celeste danno delle rivelazioni che fanno sì che la fede cresca, venga spiegata, porti pace, sicurezza e speranza. Così anch’io, figli miei, per l’amore misericordioso del Padre Celeste, vi mostro sempre di nuovo la via a mio Figlio, all’eterna salvezza; purtroppo, però, molti miei figli non vogliono ascoltarmi. Molti miei figli esitano. Ma io, io, nel tempo ed oltre il tempo, ho sempre magnificato il Signore per tutto quello che ha fatto in me e per mezzo di me. Mio Figlio si dà a voi, spezza il pane con voi, vi dice parole di vita eterna perché le portiate a tutti. E voi, figli miei, apostoli del mio amore, di cosa avete paura, se mio Figlio è con voi? Mostrategli le vostre anime, affinché egli possa essere in esse e possa rendervi strumenti di fede, strumenti d’amore. Figli miei, vivete il Vangelo, vivete l’amore misericordioso verso il prossimo; ma soprattutto vivete l’amore verso il Padre Celeste. Figli miei, non siete uniti per caso. Il Padre Celeste non unisce nessuno per caso. Mio Figlio parla alle vostre anime, io vi parlo al cuore. Come Madre vi dico: incamminatevi con me! Amatevi gli uni gli altri, testimoniate! Non dovete temere di difendere col vostro esempio la verità, la Parola di Dio, che è eterna e non cambia mai. Figli miei, chi opera nella luce dell’amore misericordioso e della verità, è sempre aiutato dal Cielo e non è solo. Apostoli del mio amore, vi riconoscano sempre fra tutti gli altri per il vostro nascondimento, l’amore e la serenità. Io sono con voi. 
    Vi ringrazio.

    VIDEO DEL COMMENTO AL MESSAGGIO A CURA DI P. LIVIO (2 Febbraio)


     

    Messaggio della Regina della Pace a Marija
    25 Gennaio 2019

    Cari figli! Oggi, come madre vi invito alla conversione. 
    Questo tempo è per voi, figlioli, il tempo del silenzio e della preghiera.
    Perciò, nel calore del vostro cuore cresca il chicco della speranza e della fede e voi, figlioli, di giorno in giorno sentirete il bisogno di pregare di più. La vostra vita diventerà ordinata e responsabile.
    Comprenderete, figlioli, di essere passeggeri qui sulla terra e
    sentirete il bisogno di essere più vicini a Dio e con l’amore darete testimonianza della vostra esperienza dell’incontro con Dio, che condividerete con gli altri. Io sono con voi e prego per voi ma non posso senza il vostro Si. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.


     

    Commento al messaggio della Regina della Pace
    25 Gennaio 2019

    Questo messaggio è un programma di vita che ci viene dato all’inizio dell’ "anno, come a voler dire anno nuovo vita nuova" nell’incontro con Dio.
    La Madonna, come in molti messaggi, si rivolge a noi come una madre, non per nulla tutti i suoi messaggi cominciano con “cari figli”, tale espressione è universale, cioè i messaggi sono rivolti a tutti gli uomini perché Lei in Gesù Cristo è diventata la nuova Eva, la Madre dell’intera umanità redenta, tutti i suoi figli sono chiamati a diventare suoi in Cristo Gesù attraverso la fede e attraverso la grazia.
    “Cari figli, oggi, come madre vi invito alla conversione”.
    La conversione è il messaggio fondamentale di Medjugorje. La Madonna, da quasi 38 anni, non ha fatto altro che richiamarci alla conversione.
    Questi sono, infatti, gli anni della grande apostasia, in cui i paesi di antica cristianità hanno abbandonato la fede, hanno seguito gli idoli del mondo e si sono messi nelle mani del principe del creato.
    Il principe di questo mondo, da una parte, e la Madonna, in nome di Cristo dall’altra, si contendono le anime; saremo di Maria e saremo sua immagine oppure saremo del demonio e saremo immagine del demonio? Questo dipende dal nostro “Sì”, e, come la Madonna ha detto: “con la vostra scelta, aprite o chiudete le porte del Paradiso”.
    La conversione è un lungo cammino, è facile guardare indietro “dopo aver messo mano all’aratro”, dice Gesù, e chi si volta indietro ritorna al mondo e questa è una possibilità molto frequente; anche noi forse abbiamo sperimentato il fervore e la grazia della presenza di Maria nel nostro cuore andando a Medjugorje e poi siamo ritornati alla vita di prima, e Medjugorje è rimasto un bel ricordo lontano.
    Dobbiamo stare attenti, perché quando abbiamo avuto la grazia della conversione il demonio è stato cacciato e, come dice Gesù nel Vangelo, va a cercare altri spiriti peggiori di lui e ritorna all’assalto dell’anima, quindi la conversione è una battaglia quotidiana.
    “Questo tempo è per voi, figlioli, il tempo del silenzio e della preghiera”.
    La Madonna ci indica l’atteggiamento interiore con cui dobbiamo affrontare la nostra giornata e la nostra vita: dando spazio al silenzio e alla preghiera. Nel mondo odierno in cui siamo sempre in mezzo agli altri è difficile trovare un posto dove stare tranquilli e non c’è altro modo, come diceva Santa Caterina da Siena, che crearsi una “cella interiore” dentro di noi, uno spazio sacro, dove anche per pochi minuti durante la giornata, specialmente all’inizio e al termine, ci raccogliamo nel silenzio e sostiamo davanti alla Divina Presenza.
    “Perciò, nel calore del vostro cuore cresca il chicco della speranza e della fede”. 
    La Madonna usa un bellissimo esempio: il chicco di grano che viene seminato nell’autunno e durante l’inverno. Il chicco muore, morendo germoglia e ai primi caldi della primavera spunta e cresce; così anche in noi, lasciando che l’amore di Dio compenetri nel nostro cuore e accenda la fiamma della carità, crescono la speranza e la fede. La speranza è l’apertura a quella visione della vita come un cammino verso l’eternità.
    Oggi la morte non fa più impressione, perché si è rassegnati a scomparire nel nulla ma la Madonna ha parole molto severe nei confronti degli uomini che credono che con la morte finisca tutto: “grande sarà il loro rammarico quando si renderanno conto di aver perso eternamente la vita”.
    Noi nel silenzio e nella preghiera apriamo il cuore alla speranza, al traguardo dell’immortalità e così “voi, figlioli, di giorno in giorno sentirete il bisogno di pregare di più”. Quali sono i nostri bisogni?
    Necessitiamo mangiare,bere, dormire, lavorare, fare soldi, i bisogni dell’Io che vuole emergere, i bisogni della carne che ha fame di effimero. Poi ci sono i bisogni che nobilitano l’uomo: l’esigenza e la fame di Dio, di amore,di eternità, di immortalità, di verità, di vera felicità. Questi bisogni trascendenti emergono se ti raccogli nel silenzio, nella preghiera: cercando Dio, trovi Dio.
    È così che si cambia il mondo, è così che si cambia la vita.

    “La vostra vita diventerà ordinata e responsabile.”
    Quando la vita è ordinata?
    La vita è ordinata quando ha un cammino verso l’eternità, quando ha un traguardo di felicità trascendente, quando Dio è al primo posto, l’anima, i comandamenti, la preghiera è, la moralità sono tutti al primo posto.
    Quando la vita è disordinata?
    La vita è disordinata quando al primo posto poniamo il desiderio della carne, l’egoismo, la rivalità,la fame di mondo con tutte le sue espressioni, quando il soddisfacimento dei vizi diventa il fine della vita e satana ci tiene al guinzaglio.
    “Comprenderete, figlioli, di essere di passaggio qui sulla terra e sentirete il bisogno di essere più vicini a Dio e con l’amore darete testimonianza della vostra esperienza dell’incontro con Dio, che condividerete con gli altri”.
    Quando la nostra vita diventa ordinata, responsabile e Dio è al primo posto, la risposta alla sua chiamata diventa missione, condivisione, testimonianza, diventa operare per il Regno di Dio
    Così noi ci rendiamo conto che qui sulla terra siamo passeggeri, siamo in un tempo di prova e sentiremo il bisogno di avvicinarci sempre di più a Dio che è la vita, la fonte della nostra felicità. Grazie a Dio troveremo la pace, la forza, il coraggio, la gioia anche in mezzo alle tribolazioni.
    Quello di concepire la vita come – “fin che posso me la godo” – “non farti mancare niente e magari calpesti gli altri per godertela”, è veramente qualcosa di sciocco! Si cozza contro la condizione umana afflitta dalla vecchiaia, dalla malattia, dalla morte e quindi alla fin fine, come ha detto la Madonna: “si rischia di morire maledicendo la vita”.
    Allora l’apostolato consiste in questo: “guarda che nel tuo cuore c’è una fonte d’acqua viva; come l’ho trovata io la troverai anche tu! Lì, dentro di te, c’è Gesù, Lui è la fonte d’acqua viva, che sgorga per la vita eterna”.
    “Io sono con voi e prego per voi, ma non posso senza il vostro Sì”.
    Però, per quanto Dio ci ami, per quanto sia grande la sua Misericordia, per quanto la Madonna non sappia più cosa fare per salvarci, se noi non apriamo il cuore, non c’è niente da fare!
    Questo è il mistero della libertà! Possiamo essere felici con Dio o eternamente disperati senza Dio e neanche la Madonna può nulla senza il nostro Si!
    In un suo famoso messaggio, la Madonna ha detto: “Io, nella mia umiltà, mi inginocchio davanti alla vostra libertà e vi supplico, convertitevi!” e nel medesimo tempo, il diavolo ci sibila “non datele retta”.
    Decidiamo noi se aprire o chiudere le porte del Regno di Dio, come ha detto la Madonna, “col nostro si o col nostro no!”
    Questo messaggio è un programma di vita.
    Guardate che grazia, da quasi 38 anni, la Madonna è qui, prega per noi, prega con noi e come pioggia fa cadere grazie su di noi, ci istruisce come nessuno mai ci ha istruito nel corso della storia.
    Quello della Madonna è il Vangelo vivo che esce dal suo Cuore materno. Abbiamo questa grazia di attingere a questo Vangelo vivo ogni giorno.
    Questi messaggi stampiamoli, rendiamoli visibili, leggiamoli ogni giorno, nutriamoci di questi messaggi che ci portano al cuore del Vangelo e così manterremo la fede in questo tempo di oscurità, di seduzioni, di inganni, che è il tempo di satana sciolto dalle catene, però c’è anche la Madonna che è qui con noi. È qui per darci la speranza, è qui per indicarci la via, è qui per darci il coraggio per la grande battaglia.

     VIDEO DEL COMMENTO AL MESSAGGIO A CURA DI P. LIVIO (25 Gennaio)


    EDITORIALE DI P. LIVIO

    Presentazione del libro:
    LA CROCE RINNEGATA - L'apostasia dell'Occidente

     

    ↑ CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO ↑


    CONCORSO FOTOGRAFICO DEL MESE DI FEBBRAIO



    DEDICATO ALLE RIPRODUZIONI DELLA GROTTA DI LOURDES 
    NELLE NOSTRE CHIESE,SANTUARI,CORTILI e GIARDINI

    INVIATE I VOSTRI SCATTI PIU' BELLI A info.ita@radiomaria.org. 
    La foto verrà pubblicata sulla nostra pagina di facebook e lo scatto che riceverà più "mi piace" si aggiudicherà come premio l'esclusiva radioliolina di Radio Maria!!! 

  4. Newsletter di P. Livio - 30 Gennaio 2019

    MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE A MARIJA - 25 Gennaio


    L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

    Cari figli! 
    Oggi, come madre vi invito alla conversione. Questo tempo è per voi, figlioli, il tempo del silenzio e della preghiera. Perciò, nel calore del vostro cuore cresca il chicco della speranza e della fede e voi, figlioli, di giorno in giorno sentirete il bisogno di pregare di più. La vostra vita diventerà ordinata e responsabile. Comprenderete, figlioli, di essere passeggeri qui sulla terra e sentirete il bisogno di essere più vicini a Dio e con l’amore darete testimonianza della vostra esperienza dell’incontro con Dio, che condividerete con gli altri. Io sono con voi e prego per voi ma non posso senza il vostro Si. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.


    GUARDA IL VIDEO DEL COMMENTO AL MESSAGGIO A CURA DI P. LIVIO


    TELEFONATA DI P. LIVIO CON MARIJA DI MEDJUGORJE

    L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, primo piano

    P. Livio: Questo messaggio sembra un invito ad entrare negli esercizi spirituali: silenzio, preghiera e conversione.

    Marija: Mi sembra che ci stiamo avvicinando alla Quaresima.

    P. Livio: Oggi è la festa della conversione di San Paolo: c’è anche questo riferimento molto importante.

    Marija: Sì, proprio con questo invito alla conversione. Ogni due o tre mesi ci invita alla conversione. Si vede che ci stiamo allontanando e Lei, con la sua autorità di Madre, ci dice: “Convertitevi!”.

    P. Livio: Secondo te, la Madonna ha scelto il 25 del mese per dare il messaggio perchè coincide con diversi altri 25? 25 gennaio conversione di San Paolo, 25 marzo l’Annunciazione, 25 dicembre Natale.

    Marija: 25 giugno anniversario. Non saprei, ma la Madonna è attenta ai momenti importanti per la Chiesa. La Madonna non si stanca ad invitarci alla conversione, a dirci che il Paradiso ci aspetta e che dobbiamo impegnarci.

    P. Livio: A proposito del silenzio, secondo te nella nostra vita così caotica riusciamo a trovarlo? Per me è facile perchè vivo da solo, ma uno che vive in famiglia come fa?

    Marija: Mi ricordo che già nei primi giorni delle apparizioni ha invitato tante volte il nostro gruppo parrocchiale di preghiera ad andare sulla Collina e rimanere nel silenzio. Ricordo che questi momenti erano preziosi per la nostra vita. Penso che finché non rimaniamo con Dio nel silenzio, non faremo l’esperienza del Suo incontro. Credo che la Madonna voglia aiutarci ad avere questo reincontro con Dio. Alcuni dicono: “Io non ho esperienza di Dio. Io non credo”. Questo perchè non abbiamo dato tempo, non siamo rimasti con Lui. La Madonna ci ha detto nei primi anni: “Non conoscete una persona se non state con quella persona”. Così è con Dio se non stiamo con Lui nella preghiera e nel silenzio sentiamo la sua voce.

    P. Livio: La Madonna ha fatto altre volte allusione al chicco di grano che viene seminato in autunno, resta sotto la neve e poi spunta a primavera; così oggi dice che col calore del nostro cuore possiamo far crescere il chicco della speranza e della fede.

    Marija: Sì, credo che la Madonna stia già pensando a questo albero, che è la nostra vita spirituale, che cresce grazie alla preghiera e può diventare un grande albero se noi ci apriamo a Dio e alla Madonna col nostro sì.

    P. Livio: E’ anche vero che, come dice la Madonna, se noi cominciamo a pregare, poi si sente il bisogno di pregare di più.

    Marija: Sì, diciamo che mangiando si impara a mangiare. Così possiamo dire che pregando si impara a pregare. Quando uno comincia a pregare, all’inizio è difficile. Qui a Medjugorje molti pellegrini cominciano a pregare profondamente e ne conservano il bisogno una volta tornati a casa. Questo è uno dei frutti bellissimi di Medjugorje: la preghiera che poi diventa preghiera continua, diventa l’esperienza personale dell’incontro con Dio. E' diverso sentire altri parlare o testimoniare, dall’esperienza propria di conversione e di preghiera. Ricordo che nei primi anni qui abbiamo pregato tantissimo: tante volte restavamo a pregare tutta la notte sulla Collina delle apparizioni. Queste esperienze per noi sono vitali, perchè abbiamo avuto l’incontro con Dio, non soltanto attraverso la Madonna, ma direttamente con Lui: io e Dio. La Madonna ci chiede ora di fare questa esperienza personale, ci chiama ad essere più vicini a Dio.

    P. Livio: Mi ha colpito la frase: "La vostra vita diventerà ordinata e responsabile". "Ordinata" vuol dire che dobbiamo rispettare una gerarchia di valori: Dio al primo posto, le cose spirituali e l’anima al primo posto e poi tutte le cose materiali; "responsabile" può voler dire che ognuno è responsabile della propria vita e solo tu ne rispondi davanti a Dio. La Madonna dice: "Comprenderete, figlioli, di essere di passaggio qui sulla terra". Quando nella preghiera si incontra Dio, si incontra l’eternità e si capisce che la vita qui sulla terra è, come dice la Madonna, un battito di ciglia, passa presto; però c’è un traguardo da raggiungere. Non è vero che finiamo nel nulla, come molti pensano che con la vita finisce tutto.

    Marija: E’ vero. Per questo la Madonna ha portato Jakov e Vicka fisicamente a vedere il paradiso, il purgatorio e l’inferno: la vita non finisce qua, la vita finisce in Paradiso, ma quel Paradiso dobbiamo guadagnarcelo. Per questo occorre responsabilità e mettere ordine nella nostra vita, seguendo i Comandamenti di Dio. La Madonna ci sta chiamando a proseguire questo cammino terreno, ad essere più vicini a Dio nell’amore, nella testimonianza, per fare l'esperienza dell’incontro con Dio.

    P. Livio: Certo che se si incontra Dio, lo si può testimoniare, altrimenti siamo dei cembali squillanti non credibili. Questo vale anche per noi sacerdoti: se non incontriamo prima Dio nella preghiera, le nostre parole non riescono a convincere nessuno.

    Marija: Sono convinta che tutti abbiamo bisogno di questo amorevole incontro con Dio, perchè il Signore si dona se noi siamo aperti, se diciamo il nostro “sì”, se cominciamo a mettere ordine nella nostra vita, perchè il disordine provoca solo confusione.

    P. Livio: Nella frase finale "Io sono con voi e prego per voi ma non posso senza il vostro Sì", mi pare di vedere un riferimento alla Giornata Mondiale della Gioventù, che ha come slogan la frase della Madonna: "Ecco la serva del Signore; si compia in me secondo la tua parola" (Lc. 1,36). Pare dica che ci deve essere il nostro "sì" come c’è stato il suo "sì" alla volontà di Dio.

    Marija: Hai fatto un bel collegamento. Non avevo pensato a questo. Questo incontro con i giovani a Panama mi è caro in modo particolare perchè ci sono diversi sacerdoti e comunità molto legati a Medjugorje. Hanno fatto incontri preparatori, anche una giornata mariana. Ho mandato loro un messaggio per dirgli che gli sono vicina nella preghiera perchè questi giorni, per l’America Latina e per i giovani di tutto il mondo, siano momenti di grande grazia. Oggi c’è tanta confusione, tanti che si allontanano dalla fede. La Madonna ci invita: “Ritornate alla preghiera, ritornate alla conversione, ritornate all’incontro personale con Dio”. Grazie a Dio ci sono ancora tante persone che pregano, tanti giovani che hanno la speranza nel cuore. C’è la speranza perchè c’è la Madonna ed è qui con noi. Lei è la Donna del “sì” e della speranza.. Quando gli apostoli erano confusi, Lei ha detto: “Pregate!”. Sì, preghiamo! Oggi abbiamo un buon motivo per pregare di più nel silenzio del nostro cuore, della nostra camera, come dice Gesù. Che ogni giorno la preghiera diventi sempre più forte per poter combattere ogni male. Non dobbiamo dimenticare che questo è il tempo della Madonna, Lei è con noi e dobbiamo con decisione, con determinazione, con orgoglio, con fede e con speranza andare avanti, pregare e testimoniare senza paura e senza vergogna la nostra bellissima fede, che Dio ci ha dato col suo amore anche attraverso la Madre di suo Figlio e che ci manda ogni giorno. Non scoraggiamoci, ma preghiamo.

    Marija e Padre Livio hanno quindi pregato il “Magnificat” ed il Gloria.
    Padre Livio ha concluso con la benedizione.


     

    RICHIEDI IL LIBRO AI NOSTRI UFFICI:
    telefona allo 031-610600
    scrivi info.ita@radiomaria.org
    via fax 031-611288 
    CATALOGO ONLINE

  5. Newsletter di P. Livio - 22 gennaio 2019

    Maria Madre che da Fiducia


    Risultati immagini per MADONNA FIDUCIA

     Cari amici,

    Ciò che spesso colpisce di più nelle apparizioni mariane  sono le scelte che la Madonna fa dei veggenti. Si sottolinea che l’amore preferenziale della madre cade sulle persone più povere e meno considerate della società. Spesso si tratta di fanciulli e di persone ignoranti che non conoscono neppure le verità principali della fede. Si realizza così quello che dice l’apostolo Paolo sul metodo divino dell’elezione:  “Dio ha scelto ciò che nel mondo è stolto per confondere i sapienti. Dio ha scelto ciò che nel mondo è debole per confondere i forti

    Dio ha scelto ciò che nel mondo è ignobile e disprezzato e ciò che è nulla per ridurre a nulla le cose che sono” (1 Cor 1,27-28). Tuttavia si rimane meravigliati di come quelle persone, che la Madonna sceglie come strumenti per realizzare i suoi piani, giungano ordinariamente a una grande maturità umana e spirituale. A prima vista potevano sembrare strumenti grezzi e inadatti. Ma la Madre vede sepolte nei cuori delle potenzialità nascoste, che gli uomini non riescono a scorgere, e le fa fiorire dando fiducia. La Madonna è una maestra straordinaria e sa trarre da ognuno il meglio, corroborandolo e elevandolo con l’ausilio della grazia.

    Maria è una madre che ha fiducia nei suoi figli. Lo fa con realismo, vedendoci come siamo nel bene come nel male, ed evitando il facile ottimismo delle madri terrene, che passano facilmente dall’illusione alla delusione. La Madonna ha fiducia in noi anche quando sbagliamo. Il suo sguardo sa vedere nel campo del nostro cuore non solo le male erbe che sembrano prendere il sopravvento, ma anche i germogli nascosti di buon grano che incominciano a spuntare. Lei sa che la fiducia compie miracoli nei cuori e che nulla fa volare lungo il cammino della santità come la persuasione di sentirsi approvati..

    La Madre combatte le sue più grandi battaglie contro l’impero del male con l’arma della fiducia. Lei sa mobilitare l’esercito degli umili e di coloro che nel mondo non contano nulla. Colei che  dall’Onnipotente può ottenere qualsiasi cosa, si abbassa nella sua umiltà fino a chiedere il nostro aiuto.  A coloro che sono ignorati dai potenti, Maria rivela il loro valore. Per Lei ognuno è importante nel piano di Dio.  E’ attraverso la fiducia materna di Maria che l’Altissimo conquista alla sua causa  molte esistenze rese sterili dalle sconfitte della vita e dal disprezzo degli uomini. Mentre il maligno costruisce il suo esercito con i padroni del mondo, la Madonna prepara le sue vittorie dando fiducia agli sfiduciati. Lei sa che in ogni essere umano c’è potenzialmente un santo. Non c’è nessuno che sia così umanamente insignificante e caduto così in basso da non poter risalire alle vette più alte.

    Vostro Padre Livio


     

    Medjugorje: 
    Messaggio della Regina della Pace a Mirjana 2 gennaio 2019
    Risultati immagini per madonna medjugorje

    “Cari figli, purtroppo in mezzo a voi, figli miei, c’è tanta lotta, odio, propri interessi ed egoismo. Figli miei, così facilmente dimenticate mio Figlio, le Sue parole ed il Suo amore. La fede si spegne in molte anime ed il cuore è preso dalle cose materiali del mondo. Però il mio cuore materno sa che in mezzo a voi ci sono coloro che credono ed amano, coloro che cercano di avvicinarsi sempre più a mio Figlio, che Lo cercano instancabilmente e, in questo modo, cercano anche me. Questi sono gli umili e i miti i quali, con il dolore e la sofferenza che sopportano nel silenzio, con la loro speranza e soprattutto con la loro fede, sono gli apostoli del mio amore. Figli miei, apostoli del mio amore, vi insegno che mio Figlio non cerca preghiere con troppe parole, ma anche le opere ed i sentimenti, che  preghiate, che con le preghiere personali cresciate nella fede e cresciate nell’amore. Amatevi gli uni e gli altri: questo è ciò che Lui chiede, questa è la via per la vita eterna. Figli miei, non dimenticate che mio Figlio ha portato la luce a questo mondo. L’ha portata a coloro che hanno voluto vederla e riceverla. Questi siate voi, perché questa è la luce della verità, della pace e dell’amore. Io vi guido maternamente ad adorare mio Figlio, ad amarLo con me. Che i vostri pensieri, parole ed opere siano rivolte a mio Figlio, che siano in Suo nome: solo allora il mio cuore sarà colmo. Vi ringrazio.

    GUARDA IL VIDEO DEL COMMENTO AL MESSAGGIO A CURA DI P. LIVIO


     


     

    CLICCA PER IL PROGRAMMA 

Vai all'inizio della pagina